L’esercito del Regno delle due Sicilie 1815-1861

39,00

Tra i primi provvedimenti adottati da Ferdinando II salito al trono l’8 novembre 1830 a soli vent’anni, ci fu quello della ristrutturazione dell’Esercito che negli ultimi tempi aveva subito un processo involutivo veramente preoccupante.
Il giovane Sovrano agì con estrema decisione e severità e non esitò, con un ordine del giorno, a chiedere le dimissioni di un gran numero di ufficiali inetti ed incapaci, richiamando in servizio, reintegrandoli nel grado e nelle funzioni, gran parte di coloro che si erano compromessi nei moti del 1820. Riammise in servizio, destando grande scalpore, anche il Tenente Generale Carlo Filangieri, convinto, a ragione, che solo un Esercito ben addestrato, con soldati disciplinati e motivati avrebbe potuto sostenere con lealtà e fedeltà il Trono e difendere l’autonomia e l’integrità dello Stato. Tutto ciò non impedi al figlio di questi Francesco II di perdere trono e stato a seguito della spedizione garibaldina e agli eventi risorgimentali.

Di Luca Stefano Cristini, tavole di Quinto Cenni, 130 pagine
In italiano

COD: QC-009 Categoria:

Disponibile

Aggiungilo alla tua Wishlist
Aggiungilo alla tua Wishlist