Volumi 1 - 10 su 13. Volumi per pagina
  • The 1799 campaign in Italy – Vol. 4
    • The 1799 campaign in Italy – Vol. 4
    • 29,00
    • France loses the war in Italy The battle of Novi (15 August 1799) was the major French defeat in Italy that saw an Austro-Russian army under Marshal Suvorov defeat the combined French armies in Italy. At the start of the fighting in 1799 the French had dominated Italy, but after a series of defeats at Magnano, Cassano and the Trebbia they had been forced back to Genoa, where the armies of Generals Macdonald and Moreau were combined under the command…
  • The 1799 campaign in Italy – Vol. 3
    • The 1799 campaign in Italy – Vol. 3
    • 29,00
    • MacDonald’s offensive On 14 April 1799, the French Directory ordered MacDonald to help the French forces in northern Italy. Accordingly, he assembled the Army of Naples and moved north, leaving southern Italy in the hands of local forces. bringing its total field force to 36,728 soldiers. The various armies involved, from France, Austria and Russia after a long series of clashes and maneuvers will end up clashing in the great and decisive battle of the War of the Second Coalition engagement…
  • The 1799 campaign in Italy – Vol. 2
    • The 1799 campaign in Italy – Vol. 2
    • 29,00
    • “KOSAKEN KOMMEN!”  In 1799 Suvorov was given command of the Austro-Russian army and sent to drive France’s forces out of Italy. Suvorov and Napoleon never met in battle because Napoleon was campaigning in Egypt at the time. However, Suvorov erased practically all of the gains Napoleon had made for France during 1796 and 1797, defeating some of the republic’s top generals: Moreau at Cassano d’Adda, MacDonald at Trebbia, and Joubert at Novi. He went on to capture Milan and became…
  • The 1799 campaign in Italy – Vol. 1
    • The 1799 campaign in Italy – Vol. 1
    • 29,00
    • The armies of the war & the first battles  The Italian campaign of 1799 was undertaken by a combined Austro-Russian army under overall command of the Russian General Alexander Suvorov against French forces in Piedmont, Lombardy and Switzerland as part of the Italian campaigns of the French Revolutionary Wars in general and the War of the Second Coalition in particular. Although by 1799 he was nearly seventy years old, Suvorov was one of the most competent and experienced commanders of…
  • La Crociata contro i Catari 1209-1229
    • La Crociata contro i Catari 1209-1229
    • 20,00 18,00
    • La crociata contro gli albigesi ebbe luogo tra il 1209 e il 1229 contro i catari e fu bandita da papa Innocenzo III nel 1208 per estirpare il catarismo dai territori della Linguadoca. Il catarismo fu un movimento cristiano diffusosi poco dopo l’anno 1000 e soprattutto tra il 1100 e il 1200, nell’Europa meridionale, nei Balcani, in Italia e in Francia, nella Linguadoca, prevalentemente nella regione di Albi (da cui originò il nome albigesi), dove i signori di Provenza ed il…
  • Bartolomeo Colleoni e le compagnie di ventura nel XV secolo (2a edizione full color)
    • Bartolomeo Colleoni e le compagnie di ventura nel XV secolo (2a edizione full color)
    • 25,00
    • Bartolomeo Colleoni (1395-1475) Bartolomeo Colleoni iniziò la sua carriera militare, come scudiero, all’età di 15 anni presso Filippo Arcelli signore di Piacenza. Nel 1424 era, al servizio del condottiero Jacopo Caldora, al comando di una squadra di 20 cavalli. Con il Caldora entrò nella corte di Giovanna II di Napoli; partecipò alla battaglia dell’Aquila, 1424, contro Braccio da Montone, che venne sconfitto e rimase ucciso. Si distinsenell’assedio di Bologna, 1425, sotto le insegnedel Caldora, per il Papa. La guerra cominciò adare i…
  • Bartolomeo Colleoni e le compagnie di ventura nel XV secolo
    • Bartolomeo Colleoni e le compagnie di ventura nel XV secolo
    • 20,00
    • Bartolomeo Colleoni (1395-1475) Bartolomeo Colleoni iniziò la sua carriera militare, come scudiero, all’età di 15 anni presso Filippo Arcelli signore di Piacenza. Nel 1424 era, al servizio del condottiero Jacopo Caldora, al comando di una squadra di 20 cavalli. Con il Caldora entrò nella corte di Giovanna II di Napoli; partecipò alla battagliadell’Aquila, 1424, contro Braccio da Montone,che venne sconfitto e rimase ucciso. Si distinsenell’assedio di Bologna, 1425, sotto le insegnedel Caldora, per il Papa. La guerra cominciò adare i suoi frutti,…
  • Garibaldi in Sudamerica
    • Garibaldi in Sudamerica
    • 20,00 16,00
    • La formazione militare dell'eroe dei due mondi iniziò negli anni in cui entrò al servizio della repubblica secessionista del Rio Grande do Sul.Nonostante l'ampia pubblicistica riguardante le imprese di Garibaldi e la nascita del suo mito, gli anni trascorsi nel continente americano sono quelli meno conosciuti in Italia; eppure la partecipazione dei nostri connazionali alle guerre d'indipendenza in America Latina contribuì alla formazione della coscienza politica di molti patrioti e diede un impulso decisivo all'elaborazione dei metodi di lotta del…
  • Le mura di Bergamo e la guarnigione veneta fra 500 e 600 (2a edizione)
    • Le mura di Bergamo e la guarnigione veneta fra 500 e 600 (2a edizione)
    • 25,00
    • Correva l'Anno del Signore 1590. Così scriveva un soddisfatto e pago Alvise Grimani, l'allora comandante veneto della piazza di Bergamo, al termine dei lavori di realizzazione degli oltre cinque chilometri di mura porte e bastioni : "La città è tutta serrata con baluardi e i suoi membri quasi tutti terrapienati, compite le piazze, i parapetti e le traverse per coprirsi dalle vicine colline e la fortezza col circuito di tre miglia è bellissima". Bergamo, lo possiamo affermare senza timore di…
  • Le mura di Bergamo e la guarnigione veneta fra 500 e 600
    • Le mura di Bergamo e la guarnigione veneta fra 500 e 600
    • 20,00
    • Correva l'Anno del Signore 1590. Così scriveva un soddisfatto e pago Alvise Grimani, l'allora comandante veneto della piazza di Bergamo, al termine dei lavori di realizzazione degli oltre cinque chilometri di mura porte e bastioni : "La città è tutta serrata con baluardi e i suoi membri quasi tutti terrapienati, compite le piazze, i parapetti e le traverse per coprirsi dalle vicine colline e la fortezza col circuito di tre miglia è bellissima". Bergamo, lo possiamo affermare senza timore di…
Chiudi il menu

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando a navigare in questo sito acconsenti implicitamente al loro uso. Se non intendi accettare i cookies, puoi disabilitarli tramite le funzioni del tuo browser oppure puoi uscire dal sito... Se prosegui nella navigazione, se clicchi o scrolli, accetti esplicitamente di ricevere i cookies da questo sito.

Dimmi di più
×

Carrello