Volumi 1 - 10 su 57. Volumi per pagina
  • The shepherd protects their flock
    • The shepherd protects their flock

    • 29,00
    • Looking at warfare from the neolithic to sumerians This volume looks back into a huge expanse of time, identifying an historic juncture where feuding became warfare, that was fought by soldiers, during a long historical process called the crossing of the military threshold. This book examines the first tactics used in warfare, weapons and the transition from hunter-warriors to soldiers. Starting with the Neolithic, it then covers the Sumerians and the first micro-armies of soldiers. The process started during Late…
  • Il corpo di spedizione sardo in Crimea
    • Il corpo di spedizione sardo in Crimea

    • 29,00
    • L'assedio anglo-franco-ottomano di Sebastopoli, la base navale russa in Crimea, era in corso dall'ottobre 1854. Era iniziato con lo sbarco francese e britannico a Eupatoria il 14 settembre 1854. Il Corpo di Spedizione Sardo (entrato in guerra contro la Russia il 26 gennaio 1855), arrivò a Balaklava nel mese di maggio dello stesso anno. L'esercito del Regno di Sardegna-Piemonte era, per gli standard dell'epoca, considerato moderno e uno dei migliori d'Europa. Le truppe sarde avevano esperienza in battaglia, essendo state…
  • The Sardinian Expeditionary Corps
    • The Sardinian Expeditionary Corps

    • 29,00
    • The Anglo-French-Ottoman Siege of Sevastopol, the Russian Naval Base in the Crimean, had been underway since October 1854. It had begun with the French and British landing at Eupatoria on 14 September 1854. The late joining of the Sardinian Expeditionary Corps (entering the war against Russia, on 26 January, 1855), arrived at Balaklava over May. The army of the Regno di Sardegna-Piemonte: the Kingdom of Sardinia-Piedmont, was by the standards of the time, seen as modern, and one of the…
  • I soldati del Papa
    • I soldati del Papa

    • 25,00
    • L'Esercito Pontificio negli ultimi anni del Risorgimento Questo breve saggio sugli ultimi anni della storia dell’esercito del Papa, dal 1860 al 1870, si presenta in veste completamente rinnovata, con immagini inedite e un nuovo testo grazie alla collaborazione di Giancarlo Boeri e Paolo Giacomone Piana, le cui vaste raccolte e la profonda bibliografia hanno permesso di correggere molti errori e ingenuità derivanti dall’uso di fonti non sempre affidabili. Il principale supporto iconografico è costituito dai disegni eseguiti dal cav. Camillo…
  • French infantry from the Revolution to the Empire – Tome 2
    • French infantry from the Revolution to the Empire – Tome 2

    • 29,00
    • In the twenty years, commonly referred to as the Napoleonic period, it was not the flamboyant uniforms of the French cavalry that made the difference on the battlefields of Europe. It was, without doubt, the infantry that interpreted the joys of revolutionary values (the spirit of the volunteers, electoral democracy in ranks, the joy of victory) and also the pains that followed (compulsory conscription, forced marches, diseases and disabilities, and finally, the defeat of Waterloo). Without claiming to be an…
  • La fanteria francese dalla Rivoluzione all’Impero – Tomo 2
    • La fanteria francese dalla Rivoluzione all’Impero – Tomo 2

    • 29,00
    • Nel ventennio, che si definisce comunemente periodo napoleonico, non furono le sgargianti divise della cavalleria francese a fare la differenza sui campi di battaglia d’Europa. Fu, senza dubbio, la fanteria ad interpretare le gioie dei valori rivoluzionari (lo spirito dei volontari, la democrazia elettorale nei gradi, la gioia della vittoria) ed anche i dolori che ne conseguirono (la coscrizione obbligatoria, le marce forzate, le malattie e le menomazioni, ed infine, la sconfitta di Waterloo). Senza aver la pretesa di essere…
  • French infantry from the Revolution to the Empire – Tome 1
    • French infantry from the Revolution to the Empire – Tome 1

    • 29,00
    • In the twenty years, commonly referred to as the Napoleonic period, it was not the flamboyant uniforms of the French cavalry that made the difference on the battlefields of Europe. It was, without doubt, the infantry that interpreted the joys of revolutionary values (the spirit of the volunteers, electoral democracy in ranks, the joy of victory) and also the pains that followed (compulsory conscription, forced marches, diseases and disabilities, and finally, the defeat of Waterloo). Without claiming to be an…
  • La fanteria francese dalla Rivoluzione all’Impero – Tomo 1
    • La fanteria francese dalla Rivoluzione all’Impero – Tomo 1

    • 29,00
    • Nel ventennio, che si definisce comunemente periodo napoleonico, non furono le sgargianti divise della cavalleria francese a fare la differenza sui campi di battaglia d’Europa. Fu, senza dubbio, la fanteria ad interpretare le gioie dei valori rivoluzionari (lo spirito dei volontari, la democrazia elettorale nei gradi, la gioia della vittoria) ed anche i dolori che ne conseguirono (la coscrizione obbligatoria, le marce forzate, le malattie e le menomazioni, ed infine, la sconfitta di Waterloo). Senza aver la pretesa di essere…
  • Le guerre Hussite – Vol. 2
    • Le guerre Hussite – Vol. 2

    • 29,00
    • Le guerre contro gli Hussiti furono una serie di guerre di religione contro gli eretici Hussiti, avvenute a più riprese nell'arco di un quindicennio dal 1419 al 1434. L'episodio iniziale, il casus belli, fu offerto dalla prima defenestrazione di Praga nel luglio 1419, quando la fazione taborita, condotta da Jan Troznowski detto Žižka, il condottiero cieco da un occhio, defenestrò sette magistrati del re Venceslao IV (1378-1419), detto il Pigro, che si rifiutavano di rilasciare alcuni loro compagni: i giudici morirono…
  • Le guerre Hussite – Vol. 1
    • Le guerre Hussite – Vol. 1

    • 29,00
    • Le guerre contro gli Hussiti furono una serie di guerre di religione contro gli eretici Hussiti, avvenute a più riprese nell'arco di un quindicennio dal 1419 al 1434. L'episodio iniziale, il casus belli, fu offerto dalla prima defenestrazione di Praga nel luglio 1419, quando la fazione taborita, condotta da Jan Troznowski detto Žižka, il condottiero cieco da un occhio, defenestrò sette magistrati del re Venceslao IV (1378-1419), detto il Pigro, che si rifiutavano di rilasciare alcuni loro compagni: i giudici morirono…