Volumi 1 - 10 su 15. Volumi per pagina
  • Aeronautica Nazionale Repubblicana A.N.R. 1943-1945
    • Aeronautica Nazionale Repubblicana A.N.R. 1943-1945
    • 7,99
    • In questo libro l’autore descrive al meglio l’organizzazione e la storia dell’Aeronautica Militare Italiana che dopo l’armistizio nel 1943 rimase sotto il comando di Benito Mussolini e alleato della Germania: l’Aeronautica Nazionale Repubblicana (ANR). Lo studio parte dal suo fondatore il tenente colonnello Ernesto Botto, con il ritorno di oltre 1.000 aerei italiani sequestrati dalla Luftwaffe dopo l’armistizio cui si aggiunsero poi molti aerei tedeschi come i Bf109. Gruppi di caccia, gruppi di bombardieri, trasporti, ecc. Capitoli tutti descritti in…
  • Le Waffen SS germaniche sul fronte italiano
    • Le Waffen SS germaniche sul fronte italiano
    • 6,99
    • La campagna d’Italia, durante la Seconda guerra mondiale, vide diverse formazioni combattenti dell’esercito tedesco, dalla Wehrmacht alla Luftwaffe, tra queste vi furono anche reparti delle Waffen SS o SS combattenti che affiancavano reparti della SS Polizei e dei servizi dell’intelligence germanica. Nell’estate del 1943 le Waffen SS in Italia erano presenti solo con la Sturmbrigade “Reichsführer”, dislocata a presidio della Corsica. La “Reichsführer” sarà l’unica unità delle Waffen SS a combattere in Italia fino a quando, all’inizio del 1944, sarà…
  • Germanic Waffen SS on the Italian front. The “Reichsführer” and “Karstjäger” divisions”
    • Germanic Waffen SS on the Italian front. The “Reichsführer” and “Karstjäger” divisions”
    • 6,99
    • The campaign of Italy, during the Second World War, saw several combat formations of the German army, from the Wehrmacht to the Luftwaffe, among these there were also departments of the Waffen SS or SS fighters who flanked departments of the SS of the Waffen SS or SS fighters who flanked departments of the SS Polizei and intelligence services Germanic. In the summer of 1943 the Waffen SS in Italy were present only with the Sturmbrigade “Reichsführer”, located in the…
  • Milizia difesa territoriale e guardie civiche nell’O.Z.A.K. 1943-1945
    • Milizia difesa territoriale e guardie civiche nell’O.Z.A.K. 1943-1945
    • 6,99
    • Con la proclamazione dell’Armistizio, tutto il territorio che comprendeva le Province del Friuli-Venezia Giulia, la Provincia di Lubiana e l’Istria, considerato di vitale importanza per le linee di comunicazione e per il rifornimento dell’esercito tedesco in Italia, di fatto assorbito dal Reich, sotto la forma giurisdizionale della cosiddetta Zona di operazioni del Litorale Adriatico. Il governo della R.S.I. tentò di ristabilire la propria autorità nell’O.Z.A.K. anche in ambito militare, ma l’ingerenza tedesca fu sempre feroce. Fu impedito alle ricostituite Legioni…
  • M.D.T. – Territorial Defense Militia and Civic Guards in the O.Z.A.K. 1943-1945
    • M.D.T. – Territorial Defense Militia and Civic Guards in the O.Z.A.K. 1943-1945
    • 6,99
    • With the proclamation of the Armistice, the whole territory that included Friuli-Venezia Giulia, the Provinces of Ljubljana and Istria, considered of vital importance for the communication lines and for the supply of the German Army in Italy, was absorbed by the Reich, under the jurisdictional form of the so-called Zone of Operations of the Adriatic Coast (O.Z.A.K.). The government of the R.S.I. attempted to restore its authority in the O.Z.A.K. even in the military field, but German interference was always…
  • I reparti corazzati italiani nei Balcani 1941 – 1945
    • I reparti corazzati italiani nei Balcani 1941 – 1945
    • 6,99
    • Il Regno d’Italia vantava già dal 1912 il possedimento delle Isole del Dodecaneso e dal 1926 il protettorato sull’Albania e, con questi presupposti, dopo l’occupazione del Regno di Albania del 1939 e lo scoppio della Seconda Guerra Mondiale l’anno successivo, Mussolini concentrò i suoi sforzi contro la Grecia, iniziando nell’ottobre 1940 una disastrosa campagna militare, che costrinse il Reich tedesco ad un massiccio intervento a sostegno delle Forze Armate Italiane nei Balcani. La debolezza militare italiana trasformò così quella che…
  • Le cingolette britanniche della Seconda Guerra Mondiale
    • Le cingolette britanniche della Seconda Guerra Mondiale
    • 6,99
    • Il generico termine Carrier viene di norma utilizzato per identificare una serie di piccoli veicoli cingolati a cielo aperto, protetti solitamente da una leggera corazzatura, divenuti autentiche ‘icone’ dell’esercito britannico tra il 1939 e il 1945. Inizialmente destinati ad assicurare opportuna mobilità al fucile mitragliatore Bren, i Carriers furono successivamente adattati a ruoli differenti. Prodotti in grandi quantità, questi versatili mezzi ebbero modo di essere impiegati da quasi tutte le nazioni coinvolte nella Seconda Guerra Mondiale.
  • British tracked carriers of World War Two
    • British tracked carriers of World War Two
    • 6,99
    • Carrier is the generic term used to identify a family of small tracked, open-topped and usually armoured vehicles, peculiar to British Army between 1939 and 1945. Originally envisaged to carry a machine gun and its team across the ground defended by enemy small arms fire, Carriers were further adapted to several different roles. These versatile machines, produced in great numbers, were employed by almost every nation involved in World War Two.
  • Reparti bersaglieri nella R.S.I.
    • Reparti bersaglieri nella R.S.I.
    • 6,99
    • Lo sbando generale causato dall'Armistizio dell'8 settembre ebbe ripercussioni immediate anche sui reparti di Bersaglieri, sia presenti nella Penisola, sia all'Estero. I Bersaglieri però furono tra i primi a riorganizzarsi ed a riprendere le armi, sia al Sud, dove a fine settembre 1943 il LI Battaglione Bersaglieri d'istruzione Allievi Ufficiali di Complemento fu inserito nel Primo Raggruppamento Motorizzato, sia al Nord, dove in breve tempo si costituirono il Battaglione Bersaglieri "Mussolini", il Reggimento Bersaglieri "Luciano Manara" ed il 3° Reggimento…
  • The Sherman medium tank in the ETO
    • The Sherman medium tank in the ETO
    • 6,99
    • From D-Day to the end of hostilities, the Sherman tank was the backbone of allied armored formations involved in the European Theater of Operations, best known to the Americans by the acronym ETO. Purpose of the book is to describe and illustrate the main versions of one of the most famous World War Two armored vehicles, used by Allies and therefore by American, British, Canadian, Czechoslovakian, French and Polish units in battles fought along the way from the beaches of…
Chiudi il menu

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando a navigare in questo sito acconsenti implicitamente al loro uso. Se non intendi accettare i cookies, puoi disabilitarli tramite le funzioni del tuo browser oppure puoi uscire dal sito... Se prosegui nella navigazione, se clicchi o scrolli, accetti esplicitamente di ricevere i cookies da questo sito.

Dimmi di più
×

Carrello